asso di bastoni

Carte Napoletane

carte napoletane, asso di bastoni

Cartomanzia con le Carte Napoletane

Le carte napoletane sono complessivamente 40 e richiamano gli Arcani Minori dei Tarocchi che in totale sono 56.

In cartomanzia, la tradizione delle carte napoletane è antica e il suo mazzo di carte contempla i quattro semi canonici, ovvero il seme di Coppe, il seme di Spade, il seme di Denari e il seme di Bastoni.

Sorge naturale la necessità di fare un piccolo inciso sui significati profondi di alcune carte napoletane. La profondità dell’esperienza dei nostri cartomanti esperti ci ha permesso di trarre alcune importanti lezioni e riflessioni in merito alla cartomanzia della tradizione napoletana e alla sua scuola.

Rispetto ai Tarocchi il mazzo partenopeo è composto da 40 carte perchè non contempla l’8 il 9 e il 10 ed anche la figura del Fante detto anche Paggio o Valletto. In alcuni casi è la figura della Regina quella mancante. Nelle carte napoletane la numerologia dell’8 segue il Fante o la Regina, quella del 9 il Cavaliere e quella del 10 il Re.

Interpretazione delle carte napoletane

Alle carte napoletane è stato attribuito volutamente un significato sintetico e la lettura dei giochi è molto pratica e veloce. L’interpretazione è più semplice rispetto a quella degli Arcani Minori. Questo fatto in ogni caso non toglie nulla alla profondità di tale importante e popolare strumento divinatorio.

Le carte napoletane oggi sono utilizzate dai cartomanti di tutto il nostro territorio nazionale.

Per ulteriori approfondimenti vi invitiamo a leggere alcune note di seguito riportate.

Per i giochi e i metodi più noti si predilige l’uso di 4 o 25 carte.

Si possono leggere le carte sia al diritto che al rovescio.  Anche se dobbiamo dire che la versione al rovescio non indica necessariamente un significato negativo. Potrebbe esprimere un rallentamento, un ostacolo, un impedimento temporaneo prima di raggiungere un obiettivo.

Anche nel caso delle carte napoletane è bene non limitarsi a una lettura “predeterminata” dalla natura ineluttabile degli eventi.

Questo può succedere quando non si riesce a interpretare i simboli delle carte integrando nuove accessibili prospettive dell’anima. E’ molto importante aprirsi ad una lettura più approfondita delle dinamiche in gioco. L’apertura spirituale del terzo occhio in veggenza può fare la differenza: offre una maggiore opportunità di scelta e importanti occasioni di trasformazione creativa e intelligente della vita. Così è possibile accompagnare il consultante verso un livello più alto di consapevolezza.  Lo stesso diventa pienamente partecipe e protagonista del proprio destino.

Aggiungiamo che il carattere della stesura al diritto e al rovescio delle carte napoletane è sempre di natura temporanea. Andrebbe aggiornata costantemente in quanto le energie, i pensieri, le azioni, le scelte, i fattori sorpresa degli attori “in scena” sono in continuo cambiamento.

E’ molto importante trattare le informazioni e le intuizioni ricevute in cartomanzia con tatto, sensibilità, professionalità e intelligenza. Il consultante può essere guidato a fare leva sulle proprie potenzialità. Sviluppando le virtù del cuore il consultante può cambiare la propria vita migliorandola sempre più. Anche per questo motivo suggeriamo un utilizzo etico e coscienzioso della cartomanzia della tradizione napoletana. Pure queste carte infatti seguono i principi base delle leggi cosmiche. Facciamo un esempio di interpretazione equa e responsabile.

L’Asso di Spade in quanto tale, non ha in sè una accezione negativa o violenta.

Questa visione unilaterale dell’Asso di Spade è ristretta e non lascia spazio al buon senso e ad altre valide attribuzioni quali la decisione, la capacità di guidare e comandare, il coraggio, le qualità intellettuali.

Ogni singola carta napoletana va interpretata nel contesto delle carte vicine scelte dal cartomante nel corso della stesura operata in sede di consultazione.

condividi articolo